Tu sei qui
Home > Rubrica dello Smanettone > Abarth 500, Hot Hatch da strapazzare

Abarth 500, Hot Hatch da strapazzare

Abarth 500 Sarà la nuova kit car?

Quando si decide di rispolverare un nome illustre del passato e farlo diventare addirittura un marchio a parte il rischio fallimento è sempre dietro l’angolo. FIAT ha corso il rischio con Abarth, ma si è presentata preparata all’appuntamento con il grande pubblico delle piccole vetture sportive, prima con Abarth Grande Punto e poi con Abarth 500, ed è di quest’ultima che parleremo oggi.

Abarth 500 Articolo

Abarth 500, prima impressione

A prima vista, avvicinandosi le differenze con il modello a marchio FIAT sono evidenti, paraurti anteriore con prese d’aria vere per raffreddare il piccolo vano motore ed i freni, minigonne laterali pronunciate ma non eccessive, paraurti posteriore con estrattore e spazio per il doppio scarico, grande spoiler sul tetto. Come optional si possono avere le strisce sulle fiancate e gli specchietti colorati, ma il modello che abbiamo provato, del 2010, non li aveva, e sinceramente, il passare inosservato non è dispiaciuto; non a tutti però piaceva spendere più di € 19.000 per passare inosservati.

Abarth 500, interni

Aprendo lo sportello si capisce subito che non si sale su di una semplice 500: sedili contenitivi con poggiatesta integrato, volante con fondo piatto e cuciture a contrasto, leva del freno a mano in pelle traforata e manometro pressione turbina alla sinistra del volante, dichiarano immediatamente, se l’esterno non fosse bastato, il carattere sportivo della piccola scorpioncina.Abarth 500 interni

Abarth 500, come si comporta

La vettura, con i cerchi da 17”, appare subito molto rigida, anche per via della diversa taratura di molle e ammortizzatori, il rollio è molto contenuto e riuscendo ad andare oltre alla sensazione amplificata di velocità, che si ha, data la posizione di guida un po’ alta, le velocità di percorrenza sui curvoni veloci sono veramente elevate se si pensa che questa vettura è “fatta” sul pianale della Panda, nello stretto è veramente impressionante dimostrando un’agilità e una dinamica di guida degni di una supersportiva.

Purtroppo l’ESP non è disinseribile, anche se premendo il tasto Sport (che aumenta la coppia a 206 Nm, migliora la risposta dell’acceleratore ed incrementa la durezza dello sterzo) ed il tasto TTC (Torque Transfer Control) che funziona tipo differenziale autobloccante, i controlli elettronici non diminuiscono il loro effetto e non risultano molto più permissivi non lasciano mai scorrere la macchina in manovre funamboliche, anche se il sovrasterzo tramite trasferimento di carico è assicurato. Se invece si esagera troppo, la conformazione della macchina e la ripartizione dei pesi fanno in modo che il sottosterzo sia inevitabile.Abarth 500 USA

I freni sono all’altezza e non cedono mai, aiutati dal peso inferiore agli 11 quintali. Nei cambi di direzione, aiutata dal passo corto e dal peso contenuto, è fantastica e la qualità costruttiva generale è percepibile sempre in tutte le condizioni di guida. Se solo l’ESP fosse disinseribile!!!

La tonalità dello scarico è molto civile in versione stock, ma già abbastanza cupa fino ai 3000/3500 giri, dopo si percepisce un po’ metallico, invece con lo scarico Record Monza acquista di personalità e corposità, senza essere mai invasiva e sempre nei limiti di decibel imposti dalla legge.Abarth 500

Abarth 500, conclusioni

In generale la vettura è divertente, ben costruita e fashion addicted. Va bene per le prime esperienze in pista e su una strada tutta curve, va bene davanti al bar in città. Va bene come macchina da spolvero, va bene ovunque, e poi il fatto di non avere limiti di personalizzazione la rende ancora più speciale.

Pregi: costo contenuto, commerciabilità, sex appeal, facilità nel trovare ricambi e facilità di elaborazioni da quelle più soft a quelle più hard, destinazione di utilizzo in sostanza infinita.

Difetti: posizione di guida troppo simile alla Panda, volante regolabile solo in altezza, ESP non disinseribile.

Articoli Simili

Top